Esclusione Jorginho, Benitez: “Mi servivano altri calciatori”

“Ho deciso di portare  Ghoulam, Revelliere ed Henrique per coprire quei ruoli lasciati liberi da Armero, Cannavaro e Mesto”. E’ questa la giustificazione che viene dall’allenatore del Napoli Rafael Benitez finito nell’occhio del ciclone dopo l’eccellente esclusione dai 24 selezionati per la partecipazione all’Europa League di Jorginho.

“Chi conosce le regole Uefa – ha detto Rafael Benitez nel corso della registrazione del programma ‘In Casa Napoli’, in onda stasera sull’emittente +N – sa che le mie scelte sono le più logiche che un allenatore potesse fare”. Ma l’allentatore spagnolo, evidentemente ancora provato per le critiche che sta ricevendo dopo gli ultimi stop che hanno allontanato il Napoli dalla lotta di vertice, ha aggiunto: “Dovevo inserire più calciatori che potessero coprirmi quei ruoli, visto che Zuniga ha ancora problemi mentre conto di recuperare al più presto Behrami”.

Benitez, da grande conoscitore del calcio internazionale e da uomo che sta vivendo da vicino anche la Napoli popolare e quella del tifo, ha voluto meglio porre l’accento sulla regola: “Prevede la presenza di 17 calciatori senza limitazioni, di 4 tesserati cresciuti in Italia e altri 4 cresciuti nel settore giovanile del club di appartenenza. Inoltre si possono cambiare solo tre nomi rispetto alla prima lista presentata in estate. Molta gente non conosce queste regole e ora si sorprende o fa polemiche, ma erano scelte praticamente obbligate”.

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

“In Casa Napoli”, stasera in diretta su PiuEnne Tv Benitez

Genoa-Sampdoria 0-1 Video Gol, Highlights e Sintesi (Maxi Lopez)