Empoli-Napoli: tabù Castellani e partita degli ex

Empoli-Napoli sarà la partita degli ex e il match nel quale gli azzurri tenteranno di abbattere il tabù Castellani

Nell’anticipo di domenica il Napoli incontrerà l’Empoli allo stadio Carlo Castellani. Nota la grande differenza tecnica tra le due squadre, la partita sembra avere un finale scontato ma potrebbe non esserlo, visto quanto può significare questa gara per entrambe le squadre. A distanza di soli 7 punti dalla zona calda di bassa classifica la formazione toscana cercherà in ogni modo di non perdere; il Napoli invece continua l’inseguimento al secondo posto.

Napoli favorito? I precedenti dicono Empoli

Stagione molto deludente quella della squadra toscana che arriva alla 29esima giornata e a Empoli-Napoli con dodici punti in meno rispetto alla passata stagione. I toscani, sconfitti nelle ultime cinque partite e con il morale a terra, cercheranno di sfruttare al meglio il fattore casa per ricominciare a gioire. Non sarà facile arginare la squadra con il miglior attacco del campionato e costringerla a una partita sterile. La formazione di Martusciello ha la statistica dalla propria parte: negli ultimi dieci incontri al Castellani gli empolesi non hanno mai perso. Tra Serie A e Serie B, inoltre, l’Empoli ha quasi sempre costretto il Napoli a recuperare dallo svantaggio, sei le vittorie e quattro pareggi per la squadra di casa che si dimostra avversario ostico per i campani.

Empoli senza Mchedlidze ma con El Kaddouri

Martusciello per questa gara non potrà contare sul suo uomo più incisivo, Mchedlidze, e dovrà affidarsi all’esperienza di Maccarone. “Big Mac”, fermo a 138 gol in carriera in Serie A, cercherà di cogliere l’occasione per arrotondare il suo bottino personale. Alle sue spalle ci sarà El Kaddouri, in cerca di rivalsa nei confronti di Sarri che non hai mai creduto nelle sue potenzialità.

Come si presentano gli azzurri a Empoli-Napoli

Il Napoli, dopo aver incassato le sconfitte con Atalanta, Juve e Real Madrid, è riuscito a riassestarsi psicologicamente battendo la Roma e il Crotone nelle ultime due giornate. Il problema principale per gli uomini di Sarri sarà l’approccio alla gara: con un avversario nettamente inferiore il rischio di cali di concentrazione è più che probabile, gli azzurri dovranno mantenere i nervi saldi per averla vinta contro una squadra che, presumibilmente, punterà a chiudersi in difesa per ripartire sugli errori avversari.

Con il Crotone si è visto come il Napoli, contro squadre di livello tecnico inferiore, spesso si abbandoni a delle sbavature che possono costare caro; a questi rischi si aggiungono poi le situazioni delicate di alcuni giocatori e in particolare le voci di mercato relative al futuro di Ghoulam e Mertens che potrebbero influire sulla loro prestazione.

Empoli-Napoli, la partita degli ex

Tanti ex toscani nella fila del Napoli: Hysaj e Tonelli che con la maglia dell’Empoli hanno conquistato la promozione in Serie A; Sepe che durante la sua carriera ha trascorso un anno nelle fila toscane; Sarri che ha guidato la squadra empolese dal 2012 al 2015 ed è stato proprio lo stesso tecnico toscano a volere fortemente Zielinski dall’Udinese per poi trascinarlo con sé anche nella sua avventura all’ombra del Vesuvio.

hysaj-napoli

Ad aggiungere ulteriore pressione sugli azzurri è la necessità di conquistare i 3 punti per raggiungere il secondo posto. Il Napoli vincendo contro i toscani andrebbe a +1, seppur temporaneamente, dai giallorossi, in crisi dopo la doppia sconfitta con il Lione e con uno spogliatoio carico di tensioni. Queste le insidie che si nascondono in un match tutt’altro che scontato in cui entrambe le squadre hanno tanto da guadagnare ma soprattutto il Napoli ha tanto da perdere.