Duvan Zapata Multato per Simulazione: il paradosso di Tosel

Cornuto e mazziato. Mai proverbio fu più azzeccato nel caso in questione che è quello che riguarda Duvan Zapata reo di aver simulato un fallo da rigore nel corso dell’ultima gara del Napoli giocata a Parma. L’attaccante colombiano in campo è stato punito con un cartellino giallo, mentre il Giudice Sportivo Giampaolo Tosel ha deciso di applicare un’ammenda di duemila euro. Nelle motivazioni si legge: “Il giocatore ha simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria”.

A tutti, già in diretta, era apparso che il calciatore fosse stato agganciato con la mano destra sul piede da Mirante in disperata uscita per evitare il possibile pareggio. L’arbitro però non aveva ritenuto però di non concedere il penalty e di ammonire l’attaccante. Dai replay poi chiaramente si è visto che il giovane azzurro ha anticipato il portiere e l’estremo difensore è arrivato a toccarlo e a farlo cadere. Tutto ciò però non è valido e nonostante le immagini nitide il Giudice Sportivo punisce con un’ammenda Duvan Zapata che davvero è “cornuto e mazziato”.

Leggi anche — > Moviola Parma-Napoli 1-0: su Zapata era Rigore

Leggi anche — > Parma-Napoli 1-0 Video Gol, Highlights e Sintesi

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Il tifoso aggredito querela De Laurentiis dopo la lite

Mourinho contro Benitez: “In semifinale con la stessa squadra dell’anno scorso”