Dnipro-Napoli 1-0, Benitez: “Dovevamo fare gol”

Si infrangono contro il muro ucraino i sogni degli azzurri di approdare alla finale di Varsavia. Proprio nella partita più importante alcuni uomini chiave del Napoli come Gonzalo Higuain e Callejon deludono le aspettative e non incidono sulla gara. Anche Rafa Benitez questa sera non è esente da colpe. Alquanto dubbia soprattutto la scelta iniziale di lasciare il capitano Marek Hamsik in panchina per Manolo Gabbiadini. L’ultima sostituzione quella di Henrique per David Lopez sotto di un gol, ha lasciato perplessi un po’ tutti.

Proprio il tecnico spagnolo apparso molto amareggiato per la sconfitta, è stato intervistato nel post partita dai microfoni di Mediaset Premium: “Credo che nelle due gare abbiamo creato tante occasioni per fare gol. Così come nel primo tempo oggi, nella ripresa c’è stato un assedio. Avremmo potuto fare gol, chiaramente sarebbe cambiato tutto. La squadra ha avuto tante chance per fare gol, parlare di un solo gol sbagliato è riduttivo. Alla fine vinciamo tutti e perdiamo tutti. Mertens? Insigne stava facendo bene, si poteva fare meglio il primo tempo con gli attaccanti. Mertens è diverso, attacca di più”. 

Dagli studi Mediaset la domanda sul rinnovo del contratto, e sull’ultimo obiettivo rimasto al Napoli il campionato è inevitabile: “Ora penso al Cesena. Dobbiamo concentrarci sulle prossime gare. Ho parlato col presidente, poi parlerò con la mia famiglia. Decisione che arriverà a fine stagione? Non lo so, ora pensiamo al Cesena. Poi parlo con De Laurentiis e decidiamo. Per la Champions non dipende solo da noi. La Juve sarà sempre difficile da battere, ma ho fiducia nella mia squadra. Facendo quello che abbiamo fatto in altre cose, possiamo fare bene. Dobbiamo migliorare nella fase conclusiva delle azioni”. 

DNIPRO-NAPOLI 1-0: TUTTE LE NOTIZIE