De Magistris sul Nuovo Stadio: “Ristruttureremo il San Paolo con 100 Milioni”

Non è solo il calciomercato l’argomento principe a tenere botta in questi giorni d’astinenza da calcio giocato ma, soprattutto per i tifosi del Napoli, c’è un’altra importante questione che potrebbe finalmente districarsi e venire al termine. Stiamo parlando della vicenda legata al San Paolo che dura oramai da qualche anno e nessuna delle due parti, capitanate dal sindaco De Magistris e dal patron del Napoli De Laurentiis, sembra voler venire incontro all’altra.

Troppi gli interessi attorno a questa questione e la mancanza di una legge sugli stadi non sembra di certo aiutare. Secondo quanto riferito però dal primo cittadino napoletano, qualcosa si starebbe muovendo in via definitiva. Ecco quanto dichiarato qualche ora fa ai microfoni di Radio Crc, relativamente all’ultimo summit avvenuto tra lui e De Laurentiis: “Stiamo lavorando con il presidente per chiudere i rapporti debiti/crediti tra Comune di Napoli e stadio San Paolo, fare una nuova convenzione e realizzare lo stadio. C’è una cornice giuridica che ci consente di fare lo stadio, garantire gli imprenditori che vogliono investire, le società di calcio: si è fatto ovunque e si farà pure a Napoli.

spalti san paolo

Ecco quindi che De Magistris espone quella che dovrebbe essere la decisione definitiva riguardo questa questione: “La scelta è stata presa in comune accordo tra l’amministrazione comunale e De Laurentiis ed è quella di ristrutturare il San Paolo. Dobbiamo chiudere l’accordo entro la fine di quest’anno per poi procedere alla riqualificazione di tutta l’area esterna, che andrà a step. La nostra idea non è sistemare solo luci, bagni, tabelloni, ma riqualificare l’intera zona esterna di Piazzale Tecchio. Riqualificare significa sistemare le strade, l’illuminazione, i parcheggi e probabilmente ci saranno anche centri sportivi“.

Il sindaco di Napoli ci rivela poi qualche esclusiva in riferimento ai lavori tecnici che saranno fatti per lo stadio: “La capienza dipenderà da chi realizzerà lo stadio. De Laurentiis lo vorrebbe meno capiente, io lo vorrei più capiente. In ogni caso non credo che sarà inferiore a quella attuale. La pista d’atletica non è detto che verrà soppressa, è una delle ipotesi. Io preferisco uno stadio senza pista d’atletica ed è per questo che si potrebbe pensare anche di effettuare un avanzamento delle tribune. L’investimento deve essere fatto tenendo conto anche dell’interesse dei cittadini. La spesa complessiva sarà circa di 100 milioni di euro e credo che entro l’anno potremmo chiudere l’accordo e realizzare lo stadio molto prima del 2020“.

Stadio San Paolo

Infine, la risposta alla domanda su dove, poi eventualmente, giocherà il Napoli durante i lavori: “Si può lavorare a step graduali senza sospendere alcuna attività. Siccome il Napoli andrà benissimo, non possiamo consentirci il lusso di giocare fuori Napoli“.

Leggi anche –> Accordo tra Comune e Società per lo Stadio

Leggi anche –> Letta: “A Gennaio, nuova legge sugli stadi”

Leggi anche –> De Laurentiis smentisce le provocazioni nei confronti di Moratti