De Laurentiis: “Costruirei a Napoli uno Stadio Senza Curve”

Curva B Napoli

De Laurentiis Napoli

Ogni volta che decide di rilasciare interviste, Aurelio De Laurentiis riesce sempre a sollevare un grosso clamore attorno alle sue parole. Personaggio forte ed esplosivo del calcio italiano, il Presidente del Napoli è intervenuto al convegno “La Riforma del calcio professionistico” organizzato dalla Lega Pro a Roma presso la Scuola Superiore di Polizia.

Il Patron azzurro ha parlato dell’emergenza San Paolo, stadio ormai “antiquato” che necessita al più presto una ristrutturazione totale, o addirittura la sostituzione con un nuovo impianto, più moderno e meglio organizzato.

Un discorso poco amichevole è stato pronunciato  dal numero 1 del club partenopeo nei confronti dei suoi tifosi: “Prima di fare gli stadi dobbiamo liberalizzare il rapporto tra club e tifosi. Il club stabilisca un decalogo con regole alle quali tutti devono attenersi per venire allo stadio”, queste le sue parole.

Secondo il noto produttore cinematografico infatti, la società, o chi per essa, deve essere a conoscenza di chi fruisce di un luogo pubblico così importante, in modo tale da poter instaurare un rapporto di collaborazione reciproca che spinga la squadra verso la conquista di un obiettivo comune.

«Se potessi costruire un nuovo stadio abolirei le curve” ha aggiunto De Laurentiis, lanciando un fortissimo messaggio agli ultras napoletani: secondo il patron degli azzurri vige infatti in Italia un sistema di diseducazione che lui ha potuto percepire dal primo giorno in cui si è affacciato nel mondo del calcio.

Avellino-Nocerina: Probabili Formazioni ed Ultime Notizie

Calciomercato Napoli: se Resta Mazzarri Sarà Rivoluzione in Difesa?