De Laurentiis contro Sarri dopo Real Madrid-Napoli: “Bisognava cambiare tattica”

Un Aurelio De Laurentiis a tutto campo che al termine della gara Real Madrid-Napoli attacca duramente l’allenatore Maurizio Sarri perché non ha cambiato modulo nel giocare contro i Blancos.

Secondo il numero uno azzurro che è stato intervistato da Premium Sport ha subito mezzo le carte in tavola del suo dispiacere: “Credo che questa sera alla squadra sia mancata la famosa cazzimma napoletana, l’unico che l’ha dimostrata è il napoletano Insigne. Gli altri proprio non c’erano, sono spariti dal campo. Diciamo che ci è andata di lusso perché potevamo perdere anche 5-0 per la nostra confusione”. Poi l’attacco velato ma non tanto all’allenatore: “Evidentemente si pretende troppo da chi è stato spostato in un ruolo non suo, forse se non avessimo avuto l’incidente di Milik stasera avremmo visto un’altra gara. Non voglio però entrare nel merito delle scelte, spettano ad altri”.

Quindi se non si fosse capito De Laurentiis puntualizza ancora meglio il suo lungo pensiero post gara: “Si devono cercare delle alternative non alla vigilia della Champions, ma prima. Si vuole evitare la sperimentazione, che in realtà è utile in una rosa così lunga. Non come ai tempi di Mazzarri. A me non interessa vincere sempre in campionato, perché alcune sconfitte mi permettono di capire gli acquisti ed i moduli. Perché altrimenti arriverò alla fine del campionato con gente che non ha giocato”. E quindi la chiosa che non è certo meglio dell’esordio e del durante: “Io ho investito dei soldi su alcuni calciatori e non saprò se ho fatto bene perché non giocano”.