Crisi Napoli, l’opinione dei napoletani

La crisi del Napoli è ufficialmente aperta dopo la sconfitta di Udine. Molti si chiedono se ci possa essere un futuro senza Benitez e accusano il mercato estivo non fatto da De Laurentiis. L’opinione dei tifosi napoletani è così divergente, ma si accomuna nell’affermare che il Napoli così come ha iniziato ha davvero poco in cui sperare in questa annata. D’altronde i numeri parlano chiaro e una partenza con due sconfitte su tre partite non si registrava dalla stagione 2009-2010.

Sul banco degli imputati dei tifosi il primo a salire è stato De Laurentiis che viene contestato, insieme al figlio Edoardo, una domenica sì e l’altra pure e anzi tenti. Forse troppi, lo invitano a passare la mano a qualche plenipotenziario americano o arabo. Non è esente da critiche l’allenatore spagnolo soprattutto per la scelta compiuta al Friuli dove contemporaneamente è stato deciso di tenere in panchina Mertens, Hamsik e Callejon per schierare due uomini apparsi ancora fuori contesto come Michu e David Lopez.

Parecchi di coloro che contestano, non ne è esente Gargano invitato a più riprese a togliersi la maglia nonostante sia uno dei migliori per via di una serie di frasi dettate all’epoca del suo passaggio all’Inter, però da domani torneranno a zittirsi almeno per novanta minuti in attesa di una salutare vittoria contro il Palermo che possa se non cancellare almeno allievare una crisi che sta nessuno a Napoli pensava più di vivere.

Leggi anche: