Vergognosi Cori Razzisti in Napoli-Inter: “Vesuvio Erutta”

Siamo alle solite. Che sia nord, sud, est o ovest d’Italia, la storia non si ferma, lo schifo non si ferma. E’ successo ancora, è successo durante Napoli-Inter, settore ospiti dello stadio San Paolo occupato dai tifosi interisti. “Vesuvio lavali col fuoco” – si sente gridare a gran voce. Poi l’ultimo, raccapricciante, dei tanti cori razzisti contro Napoli: “E sembra che lui dorma, e invece no. Il mio sogno esaudirò. Vesuvio erutta, tutta Napoli è distrutta”.

Un monologo ormai sentito e risentito a cui la Procura Federale e la FIGC non sono ancora riuscite a mettervi una pezza. Ma ciò che sembra assurdo maggiormente è che a pronunciare tali parole erano anche tifosi napoletani di fede interista. Il che è sconvolgente! Addirittura l’eruzione del Vesuvio, per questi individui che nemmeno con l’appellativo “uomo” possono essere descritti, sarebbe un sogno.

Cori razzisti in Napoli-Inter: le contromisure

A segnalare la presenza di cori razzisti nei confronti di Napoli è stato proprio Maurizio Sarri nel corso del match. Nel post gara il tecnico partenopeo si è espresso così in merito a quanto accaduto: “C’è poca attenzione nei nostri confronti. Se inneggiano al Vesuvio e ci chiamano terroni sono forme di razzismo.

Purtroppo, ancora una volta, sarà solo una multa ai danni della società nerazzurra la contromisura adottata dalla Procura Federale. In un calcio che ormai ha perso i suoi valori umani e morali, anche il tifo pare abbia superato ogni minima forma di rispetto. E intanto Napoli paga, paga con un ago nel cuore. Perché sentire tanto, fa male.

Scritto da Simone Di Pietro

Appassionato folle della SSC Napoli e del calcio estero. Classe '97.

Napoli-Inter 0-0, le Pagelle: Santo Handanovic

Genoa-Napoli, Probabili Formazioni: Gioca Ounas, Rischia Insigne?