Cori e striscioni contro i napoletani, Allegri giutifica i tifosi del Milan

Sui cori e gli striscioni discriminatori che i tifosi milanisti anche ieri sera nel corso della partita contro la Sampdoria a San Siro hanno riservato nei confronti dei napoletani è intervenuto negli spogliatoi al termine della gara l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri che non ha assolutamente preso le distanze da quelle frange più calde del tifo e anzi non solo non ha espresso solidarietà al popolo napoletano, ma ha pure rincarato la dose, parlando ai microfoni di Sky Sport, cercando di giustificare certi comportamenti.

STRISCIONI CONTRO I NAPOLETANI

Il tecnico ha così spiegato la problematica: “Gli ultras sono venuti a salutare la squadra, incitandola e incoraggiandola come hanno fatto l’anno scorso, in un momento di difficoltà. I tifosi sono sempre stati molto vicini a noi. In questi miei quattro anni di Milan, la curva è sempre stata esemplare, gli sfottò e le cose ci sono sempre state e ci saranno sempre. Credo che in Italia stiamo migliorando da questo punto di vista, è normale che siamo solamente all’inizio e quindi piano piano che andremo avanti ci sarà molta più educazione e rispetto da parte di chi entrerà allo stadio”.

Leggi anche — > Striscioni contro i napoletani dei milanisti a San Siro (Foto)

Leggi anche — > Valter De Maggio su Twitter: “Disgustato dai tifosi del Milan, che vergogna”

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Rassegna Stampa SSC Napoli 29 settembre 2013: le prime pagine dei quotidiani

Genoa-Napoli, commenti ed interviste di Gokhan Inler e Pepe Reina