Cori e Striscioni contro De Laurentiis durante Napoli-Chievo

Ancora contestazione. Nonostante le dichiarazioni di Rafa Benitez, il pubblico del San Paolo non ci sta e se la prende con Aurelio De Laurentiis con cori e striscioni assolutamente chiarissimi c0ntro il patron del Napoli. Secondo i tifosi è lui il vero problema degli azzurri. È il presidente il vero responsabile di una campagna acquisti assolutamente deludente che, almeno fino ad ora, non ha dato i frutti sperati.

Partono subito i cori delle due curve, che accompagneranno il Napoli nella sconfitta contro il Chievo fino a fine partita. Ma proprio a fine gara la protesta si leva alta da Curva A e Curva B: “Aurelio pappone sei tu” e “De Laurentiis figlio di …” i cori che hanno accompagnato l’uscita delle squadre dal rettangolo di gioco. Anche gli striscioni di protesta sulla stessa riga dei cori.

I due striscioni all’indirizzo di De Laurentiis recitano: “I palloni te li abbiamo pagati, i nostri sacrifici mai ricompensati” e, infine, “Vogliamo lo scudetto o sarà un anno maledetto”. Insomma, gli striscioni non lasciano spazio ad alcun tipo di interpretazione: tra ambiente e società è guerra aperta. Una guerra che, però, non fa feriti, non fa vincitori.

CORI CONTRO DE LAURENTIIS: GUARDA IL VIDEO

AURELIO PAPPONE, IL VIDEO DEL NUOVO CORO

FOTO: GLI STRISCIONI CONTRO DE LAURENTIIS