Fare i cori anti Napoli, quelli discriminatori contro una città e contro un popolo, può divenire cosa legittima. Con le multe cancellate o ridotte a Bologna e Verona dalla I Sezione della Corte Sportiva d’Appello Nazionale disegna un precedente davvero significativo. Infatti sia il Bologna sia il Verona erano ricorse contro le multe comminate al termine delle gare contro il Napoli quando il Giudice Sportivo aveva comminato 15mila euro di sanzione ai felsinei e 15 mila agli scaligeri per cori discriminatori.

CORI DISCRIMINATORI CONTRO NAPOLI: SANZIONI CANCELLATE O RIDOTTE

Le due squadre avevano proposto appello e oggi è arrivata la decisione della I Sezione della Corte d’Appello Nazionale che ha cancellato la multa in testa al Bologna, mentre ha ridotto a 10mila euro quella inflitta al Verona. Soddisfatto l’avvocato Mattia Grassani che ha difeso i felsinei: “Giustizia è fatta non si può etichettare di razzismo una curva se poche decine di sostenitori urlano qualcosa, sulla discriminazione razziale e territoriale la legge parla chiaro”. Ancora una volta Napoli e i suoi tifosi sono sconfitti sotto l’aspetto della discriminazione razziale e territoriale.

Leggi anche: