Coni: Niente più Biglietti Omaggio per i Politici

Non sarà certo il provvedimento che aiuterà a guarire il calcio moderno, ma la decisione assunta dal Coni è riuscita, almeno per una volta, a mettere d’accordo i milioni di italiani che seguono questo sport: niente più biglietto omaggio per i parlamentari, da oggi in poi chi vorrà vedere una partita dovrà comprare un normale tagliando come tutti gli altri cittadini.

logo-coni

E’ questa la prima, importantissima mossa del neo presidente del Comitato Giovanni Malagò (eletto meno di un mese fa), che ha giustificato questo stravolgimento con la volontà di evitare le strumentalizzazioni di favori e privilegi riservati esclusivamente agli esponenti della classe dirigente.

Solo 3 politici potranno continuare ad accedere gratuitamente agli impianti di gioco italiani: si tratta di Josefa Idem del Pd (campionessa canoista mondiale e olimpica), Valentina Vezzali di Scelta Civica ( 11 volte campionessa del mondo di scherma) e  Marco Marin del Pdl (anch’egli pluri-titolato campione della scherma), ma questi tra casi rappresentano un’eccezione proprio perchè hanno conquistato sul campo il loro diritto ad accedere gratuitamente alle manifestazioni sportive.

Passo importantissimo quindi quello del Coni, che è riuscito ad accomunare l’opinione pubblica italiana su un punto che da anni veniva duramente contestato: provvedimento da 10 e lode.