Classifica Serie A senza errori arbitrali, Panorama toglie punti al Napoli

Calciomercato Napoli: acquisti, cessioni e trattative 14 gennaio 2014
6 Flares 6 Flares ×

Partita ricca di polemiche quelle di ieri tra Fiorentina e Napoli, dopo il rigore dubbio assegnato ai viola sullo 0-1 e poi quello negato a Cuadrado all’ultimo minuto e, naturalmente, le contestazioni non tardano ad arrivare. Come ogni anno, non manca chi, ad un certo punto di campionato, decide di “farsi” giustizia da solo, ristabilendo “la pace nel Mondo” e “l’equilibrio cosmico”.

E’ toccato alla rivista Panorama questo duro e complicato compito che, questa mattina, ha voluto dare a “Cesare quel che è di Cesare” e togliere al Napoli quello che non è del Napoli. Sono stati considerati non solo gli episodi di ieri nella partita al Franchi ma anche l’episodio del rigore non dato a Balotelli in occasione di Milan-Lazio e l’episodio in favore dell’Inter contro l’Atalanta oltre, naturalmente, ad alcuni errori arbitrali nelle giornate passate.

Ecco quindi, secondo Panorama, come dovrebbe essere la vera classifica:

ROMA*     27 (=)

FIORENTINA     21 (+3)

JUVENTUS     21 (-4)

NAPOLI     19 (-6)

INTER     18 (-1)

MILAN     18 (+6)

VERONA     17 (-2)

TORINO      14 (+3)

UDINESE     14 (+1)

LAZIO     13 (-2)

ATALANTA     13 (=)

SAMPDORIA     11 (+2)

LIVORNO     10 (+1)

PARMA     10 (-2)

GENOA     9 (-2)

BOLOGNA     8 (-1)

SASSUOLO     8 (+2)

CAGLIARI     7 (-3)

CATANIA     6 (=)

CHIEVO*     4 (=)

Quindi, Roma lassù in alto e Fiorentina e Milan tra quelle più penalizzate fino ad ora con il Napoli che dovrebbe avere ben 6 punti in meno.

Leggi anche –> Fiorentina-Napoli, 1-2: i gol e gli highlights

Leggi anche –> Fiorentina-Napoli: secondo Cesari, c’era rigore su Mertens

Leggi anche –> Milan-Lazio: i gol e gli highlights

© Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.calciomercato.napoli.it

Ingegnere Elettrico, classe 1987, con una grande passione per la matematica, la scrittura e, naturalmente, lo sport. Pur avendo praticato il volley sin da piccolo, il calcio rappresenta il mio vero e proprio "amore". Il desiderio di scrivere e di condividere le emozioni trasmesse da quella che è per me più di una semplice attività sportiva, mi hanno portato ad intraprendere questa nuova ed affascinante esperienza.