Città di Nocera-Sorrento 6-0 (Eccellenza 2015-16 Girone B)

Tennis e montagne russe. Queste le parole che vengono in mente guardando la gara di ieri del Città di Nocera contro il Sorrento, battuto con il clamoroso punteggio di 6-0. Uno score che ha lasciato intendere una sola cosa: i rossoneri sono la squadra più attrezzata di questo campionato. Le impressioni estive potrebbero, dal pomeriggio di ieri, vedersi confermate: una squadra con un attacco del genere può sicuramente ambire al primo posto.

I malcapitati costieri, ironia della sorte, hanno subito la vera e propria imbarcata solo quando il Città di Nocera è rimasto in 10, per una protesta quantomai evitabile dell’under De Angelis (a proposito: calmare i bollori del ragazzino sarebbe utile), alla quale è seguita anche quella del difensore del Sorrento Shullazzi, arrivata ad un quarto d’ora dalla fine della gara.

Ma per arrivare a questo punto, che non è detto sia già l’acme della potenza rossonera, né un picco dal quale non si può più scendere, ce n’è voluto (e ce ne vorrà, contro avversari più improbi). A Palma si è potuto constatare come i ragazzi di Esposito non siano riusciti a portare a casa la posta in palio, soprattutto per un calo a livello generale che ha portato la Palmese a pareggiare negli ultimi minuti di gioco. Il trainer rossonero ieri ha tolto dallo scacchiere la bocca di fuoco Marcucci per passare da un 4-3-3 con due mezze punte (Carotenuto e Majella) ed un centravanti puro ad un 4-4-2 con Scibilia, il folletto dei campani, che vestiva un insolito numero 9, nella posizione di esterno, a ridosso del centrocampo.

Il gioco sembra averne giovato: la mole di gioco è notevole (e chi ce l’ha attaccanti così?), la difesa altissima in diverse situazioni; a tal proposito si consiglia maggiore prudenza all’estremo difensore Amabile, che gioca praticamente da libero aggiunto alla difesa. Ah, è tornato Vincenzo De Liguori, un elemento di caratura tecnica nettamente superiore alla categoria. Non poco per un centrocampo che pare il reparto meno forte della squadra.

Ma per ora va benissimo così, il campionato è ancora alla terza giornata. Ora c’è il Sant’Agnello in Coppa, mercoledì, e la Mariglianese domenica prossima. Ma il primo vero test è quello infrasettimanale, contro i potenziali rivali per il primo posto in campionato. Staremo a vedere.

Leggi anche: