Ciro Esposito in condizioni gravissime: allertata la famiglia

Arrivano brutte notizie da Roma sulle condizioni di salute di Ciro Esposito. Il tifoso del Napoli ferito da uno dei proiettili che sarebbero stati esplosi dalla pistola dell’ex ultrà romanista Daniele De Santis, prima della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina dello scorso 3 maggio. Secondo le notizie che giungono dal policlinico Gemelli, nelle ultime ore le condizioni del 24enne si sono improvvisamente aggravate. I familiari di Ciro, allertati dalla direzione sanitaria, hanno raggiunto la capitale per sostenerlo. Purtroppo si teme per la sua vita.

Da un mese e mezzo il giovane tifoso azzurro è ricoverato in terapia intensiva al policlinico Gemelli di Roma. Il suo fisico continua a dare messaggi discordanti con le condizioni che si alternano tra piccoli miglioramenti e nuove operazioni. A tal proposito il 19 giugno scorso  Ciro è stato sottoposto a un ultimo, disperato, intervento chirurgico al polmone che sembra non aver portato i frutti sperati.

Purtroppo il quadro clinico è peggiorato, le condizioni di Ciro sono disperate, lotta per la vita” ha dichiarato l’avvocato Angelo Pisani, che assiste la famiglia di Ciro Esposito. “La famiglia di Ciro è in ospedale, anche io ci sto andando“, ha concluso il legale.

Aggiornamenti:

Leggi anche — > Per le condizioni di Ciro Esposito annullata la manifestazione per Italia-Uruguay

Leggi anche — > Ciro Esposito, Pisani: “De Santis ha sparato ad altezza uomo”

 

Leggi anche — > Fatti di Roma, De Rossi: “Gli ultras giallorossi dovevano rispettare Ciro Esposito”

Leggi anche — > Renzi a Secondigliano, l’avv. Pisani: “Venga a Scampia per Ciro Esposito”