Chi è Herrera il Centrocampista che piace al Napoli?

Chi è Herrera, il centrocampista che piace al Napoli? Proviamo a tracciare un identikit. Un messicano a Napoli? Perché no. Si tratta di Héctor Herrera, eclettico mediano di proprietà del Porto. Il Napoli sta tentando di accaparrarselo, dato che ha assolutamente bisogno di rinforzi per la metà campo. André Gomes, Kramer e Vecino sono complicati da prendere, essendo molto alte le richieste dei loro club. Allora ecco la decisione di puntare sul classe ’90 della Nazionale tricolor. Ma anche il suo non è un acquisto semplice!

I portoghesi vorrebbero una cifra vicina ai 25 milioni di euro per liberarlo. Tanti soldi, ma non troppi considerando i 30 per il portoghese del Valencia, e i 20 più bonus per il tedesco del Leverkusen. 25 milioni trattabili che potrebbero scendere pure a 20, se le due squadre dovessero trovare un accordo. Nel frattempo 30 per acquistare sia Herrera che Kramer. Basteranno?

È il classico centrocampista che in Inghilterra amano chiamare “box-to-box”. Solido nel recuperar palloni e agile nell’inserirsi in avanti. Un po’ Tardelli, un po’ Ramsey. Mediano dal motore potente che fa della rapidità e dell’aggressività le sue doti migliori. Mezz’ala, centrale, mediano e trequartista i ruoli in cui può giocare. Insomma un calciatore tuttofare!

Nativo di Tijuana, nel 2010 viene prelevato dal Pachuca, compagine dove inizia la sua carriera. Qui ottiene l’appellativo di “El Zorrillo”, puzzola, per via del suo modo di gesticolare simile a quello di German Valdez in “La Marca del Zorrillo”, celebre film messicano degli anni cinquanta. Non uno dei soprannomi più belli. Serve un’occasione per far ricredere tutti, che arriva quasi subito. Tripletta e un assist in un’amichevole, che lo fa passare da Zorrillo a Zorro, da puzzola a volpe.

La volpe si dimostra tale sia con il Pachuca che con la Nazionale messicana, vincendo nel 2012 il Torneo di Tolone, venendo premiato come miglior giocatore, e le Olimpiadi battendo in finale l’acclamatissimo Brasile di Neymar, Oscar e Thiago Silva. Prestazioni che fanno avvicinare i club europei. In particolare il Porto, che nel 2013 acquista per 8 milioni di euro l’80% del suo cartellino.

In Portogallo si dimostra determinante, crescendo esponenzialmente e migliorando anche in fase realizzativa. Pure con la Nazionale tricolor continua a mostrarsi decisivo, trascinandola fino agli ottavi di finale al Mondiale 2014, e portandola alla vittoria della CONCACAF Gold Cup nel 2015. Il Porto vorrebbe ottenere dalla sua cessione un’altra storica plusvalenza. Ormai da quelle parti si sono abituati a raddoppiare gli incassi! Bisognerebbe fare uno sforzo in più per prenderlo. Sta di fatto che Herrera, rispetto ad altri del suo stesso ruolo, sembra essere il giocatore che più rientra nell’identikit del Napoli.

DE LAURENTIIS: “HO DETTO A GIUNTOLI DI PRENDERE HERRERA”

Klaassen al Napoli, l’agente: “Mai dire mai”

Stendardo, Auto Rubata ad Agropoli