Che fine ha fatto Daniele Mannini? La storia dell’ex esterno del Napoli

Molti tifosi del Napoli ricorderanno sicuramente Daniele Mannini. L’esterno offensivo pisano ha giocato con la maglia azzurra dal 2008 al 2009 collezionando 39 presenze e 2 gol in campionato. Dopo tanti anni al Brescia e le ottime prestazioni con le rondinelle, la società del presidente Aurelio De Laurentiis fece di tutto per portarlo all’ombra del San Paolo superando anche l’agguerrita concorrenza dell’Inter.

Mannini venne acquistato dagli azzurri nel gennaio 2008 per 7 milioni di euro. La gara di esordio con la maglia del Napoli risale al 2 febbraio 2008 nella gara vinta 3 a 1 contro l’Udinese. Il primo gol arriva il 17 febbraio nella sconfitta casalinga per 3 a 1 contro l’Empoli. Le ottime prestazioni ne fanno un giocatore importante per il Napoli anche per la stagione successiva.

Il 29 gennaio 2009 però per Mannini arriva la squalifica per un anno per doping per un controllo positivo all’epoca del Brescia. Per il giocatore inizia un vero e proprio incubo che frena le sue ambizioni da calciatore ormai affermato. Il 18 marzo però il Tas sospende la squalifica e permette a Mannini di tornare di nuovo a disposizione del Napoli. 

Nell’estate successiva il giocatore passa in comproprietà alla Sampdoria per 3,5 milioni di euro. A Genova Mannini riesce ad essere uno dei protagonisti della salvezza dei blucerchiati con 36 presenze e 5 reti. Nell’estate 2010 Napoli e Samp rinnovano la comproprietà. La stagione 2010/2011 non è fortunata per il giocatore e nemmeno per i blucerchiati che a fine stagione retrocedono in Serie B. 

A fine stagione il giocatore ritorna di proprietà del Napoli che se lo aggiudica alle buste dopo l’astensione dei blucerchiati dal presentare un’offerta. Ma il giocatore non rientra più nei piani degli azzurri che lo cedono di nuovo in comproprietà ma stavolta al Siena dove in due stagioni e mezza colleziona 32 presenze senza reti. Nel frattempo i bianconeri acquistano anche l’altra metà.

Nel mercato invernale del 2014 il Siena cede Mannini in prestito in Lega Pro al Pisa. Nella squadra della sua città l’sterno non riesce a dare il meglio e colleziona solo 11 presenze e una rete. A fine stagione il Siena fallisce e il giocatore rimane svincolato. Il primo settembre 2014 arriva la chiamata dal Lecce che punta su di lui per un campionato di vertice in Lega Pro. Per Mannini arriva l’esordio con la maglia giallorossa il 6 settembre 2014 nella vittoria casalinga per 1 a 0 contro il Barletta. 

Svincolato il 27 agosto 2015 ritorna per la terza volta al Pisa dove si guadagna la fascia di capitano. mettendo a segno tre reti nella fase play off regala la promozione in Serie B ai toscani. Attualmente milita ancora nella squadra toscana.

Leggi anche