Champions League, Anderlecht-Milan: Dubbio Formazione per Allegri

Boateng Giocatore Milan

Tenere alto l’orgoglio italiano. La Juve ha eseguito ieri sera, ora tocca al Milan rispolverare la dimensione europea in hd e piazzare l’ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di Champions. L’aritmetica può dare una mano già stasera se il Diavolo inforca l’Anderlecht in terra belga e lo Zenit non batte il Malaga. Conti.

Ma Allegri non vuole saperne “Preferivo nove punti ma abbiamo due partite per raccogliere quelli che ci servono per passare il turno”. Come dire, non farsi assalire dall’ansia ma nemmeno essere sufficienti.

Curva MilanFORMAZIONE ANTI-ANDERLECHT Ancora qualche dubbio da dipanare per il tecnico rossonero che dovrebbe riaffidarsi al 4-3-3. Tra i legni va regolarmente Abbiati dopo il labiale di Galliani, interpretato dalla telecamere come un  “portiere del c…” , sull’”infortunio” di sabato sera a Napoli. “ Tutto chiarito – ha detto Allegri – capita a tutti di sbagliare”.

In difesa linea a 4 con Mexes e Yepes centrali, De Sciglio e Constant sui binari. A centrocampo dovrebbe arrivare la riconferma per la triade Montolivo-De Jong-Nocerino. I punti interrogativi arrivano dall’ attacco. L’unico ad avere la maglia “certa” è Stepan El Shaarawy ed appare offensivo spiegarne il perché. Il Faraone trascina. Per fargli compagnia nel tridente è bagarre.

Boateng favorito su Emanuelson, duello Bojan-Pato per il ruolo di prima punta a meno che Allegri non voglia tornare al 4-2-3-1 “abiurato” già a Napoli  (ipotesi remota). Scalpita Pato dopo la panchina del San Paolo e qualche errore di troppo. Scalpita il Milan che cerca di fare di nuovo la “grande”. Almeno in Europa. Ripartendo dai pareggi in rimonta di Palermo e Napoli, quanto a cattiveria agonistica, ma con la speranza di soffrire di meno, imporre di più e, soprattutto, vincere.