Cessione Mertens, la Clausola fa saltare il Rinnovo col Napoli?

La clausola rescissoria frena il rinnovo: sarà cessione?

Le voci sulla cessione di Mertens potrebbero presto trovare fondamento sulla realtà. Il futuro del belga e la trattativa sul rinnovo sono due argomenti caldi in casa Napoli e, stando alla ultime notizie riportate dalla Gazzetta dello Sport, la clausola rescissoria che dovrebbe trovar posto all’interno del nuovo contratto potrebbe far saltare tutto e mettere la parola fine all’esperienza dell’attaccante in azzurro.

La volontà di Dries Mertens è ancora quella di proseguire la sua carriera al Napoli, ma i trentanni da compiere in questo 2017 costringono il belga a guardare oltre a un futuro prossimo e a porsi degli interrogativi in merito al rinnovo. L’attuale contratto del giocatore ha scadenza fissata nel giugno 2018 e un eventuale prolungamento potrebbe non dargli la possibilità di fare nuove esperienze altrove, ancor di più in caso di una elevata clausola rescissoria.

Cessione Mertens o rinnovo senza clausola?

Al fine di evitare che si ripeta la storia di Gonzalo Higuain, il Napoli ha proposto un rinnovo con clausola valida solo per l’estero e fissata sui 50 milioni di euro, cifra che risulta essere quasi proibitiva per un attaccante di 30 anni. Un “dettaglio” da prendere in considerazione anche tenendo presente delle pretendenti che, visto la buona stagione disputata finora da Dries Mertens, si sono fatte avanti. Interessate al belga sono infatti alcune squadre della Premier League e altre della Cina, senza dimenticare l’Inter che è pronta a fare un’interessante offerta al club azzurro, ma che verrebbe di fatto eliminata dalla postilla relativa alla rescissione del contratto.

dries-mertens

Cessione Mertens, Napoli alle prese con il problema ingaggio

Tra gli aspetti da risolvere anche quello relativo all’ingaggio. Tra domanda e offerta vi è ancora un breve divario: la richiesta di Mertens pare si aggirerebbe intorno ai 3 milioni di euro; 2.5 quelli proposti dalla SSC Napoli. Distacco che potrebbe essere superato attraverso l’inserimento di alcuni bonus. Insomma, l’accordo relativo al rinnovo non è ancora stato raggiunto, ma tra ingaggio e clausola a destare maggiore preoccupazione è quest’ultima.