Careca e Alemao con Maradona contro Equitalia: “Testimonieremo per Diego”

Alemao e Careca scendono in campo al fianco del loro ex compagno di squadra Diego Armando Maradona, questa volta non per giocare una partita su un terreno da calcio bensì per aiutarlo nella battaglia contro il fisco. I due brasiliani, che all’epoca riuscirono a sconfiggere il fisco presentando quella domanda che a Maradona non è mai stata notificata poiché già in Argentina, infatti sono pronti a testimoniare a favore del Pibe de Oro.

Eloquenti a proposito le parole dei due. Careca ha detto: “Diego non è un’evasore e credo anzi che pochi abbiano pagato tante tasse come lui”. L’ex bomber brasiliano anzi rincara la dose: “Non è un ladro. A noi la giustizia tributaria italiana ha dato pienamente ragione, sia in secondo grado che in Cassazione. Tutti sanno quanto Maradona ha sofferto per questa situazione, soprattutto quando, di fronte alla famiglia, gli furono sequestrati gli orecchini e un Rolex”.

gesto ombrello maradona

A rincarare la dose ci ha pensato l’ex centrocampista azzurro Alemao: “Quando io e Careca ricevemmo nella buca delle lettere la fatidica cartella esattoriale, eravamo ancora in Italia, giocatori del Napoli; Diego invece era già rientrato in Argentina. A lui il fisco italiano non ha mai fatto arrivare nulla, un vero peccato perché, se Diego fosse stato avvisato, avrebbe fatto senz’altro il nostro identico ricorso e lo avrebbe vinto, con tanto di scuse da parte della giustizia tributaria”.

Leggi anche — > Maradona-Loren: un aiuto per battere il fisco

Leggi anche — > Maradona-Fisco, il caso fu già archiviato dalla Procura negli anni Novanta