Caos Catania: Giuntoli (Ds Napoli) implicato nel Calcioscommesse?

Le indagini sul calcioscommesse riguardanti il Catania proseguono e tra gli indagati pare esserci il Carpi con il suo, ormai ex, direttore sportivo Cristiano Giuntoli, nuovo acquisto in casa Napoli. A tirare in ballo Giuntoli è Delli Carri, allora Ds del Catania. In un’intercettazione telefonica, come rivela La Gazzetta dello Sport, il dirigente rossazzurro parla della possibilità di truccare la partita che il Catania dovrà disputare contro il Carpi perché l’attuale Ds del Napoli: “Mi deve un favore”.

La procura sta indagando per scoprire se effettivamente Giuntoli fece questo “favore” a Delli Carri: Carpi-Catania si concluse infatti sullo 0-0 e gli investigatori stanno lavorando per capire se quel pareggio, noioso e utile ai rossazzurri, sia derivato da un precedente accordo di combine e, qualora questo ci sia stato, se ad aver orchestrato tutto insieme ai dirigenti del Catania sia stato proprio Giuntoli, ai tempi della vicenda Ds del Carpi, per sdebitarsi di quel “favore” di cui Delli Carri parlava nella telefonata intercettata.

Il caos catanese potrebbe invadere dunque anche Carpi e, in un certo senso, Napoli. Ad essere coinvolto nel calcioscommesse infatti potrebbe essere Cristiano Giuntoli, tuttavia il Carpi non è la sola società a esser finita nel mirino degli investigatori: anche Brescia, Bari e Cittadella, oltre alle già note Trapani, Ternana, Latina, Livorno e Varese, potrebbero essere implicate.

Leggi anche: