Calcioscommesse, Avellino Deferito: nota Ufficiale della FIGC

La FIGC ha reso noto, attraverso un comunicato ufficiale, la sentenza del Procuratore Federale in merito allo scandalo calcioscommesse che vede coinvolto l’Avellino 1912. Il club campano è stato deferito per illecito sportivo e con esso anche il suo presidente Walter Taccone e 8 giocatori che, all’epoca dei fatti, militavano nella squadra biancoverde e nella Torbellamonaca Breda, anch’essa deferita sempre con l’accusa di illecito sportivo.

A finire sotto inchiesta sono state in particolare due partite disputate dall‘Avellino durante la stagione di Serie B 2013-2014. Entrambe disputate nel mese di maggio, quando il campionato era ormai giunto alle battute finali, si tratta di Avellino-Modena e Avellino Reggina. Nel dettaglio il presidente Taccone e Castaldo, Arini, Pisacane, Peccarisi e Biancolino, giocatori biancoverdi all’epoca dei fatti, erano a conoscenza, ma non hanno denunciato e per tale ragione sono stati considerati colpevoli dal Procuratore Federale.

Ad essere deferiti per la partita Avellino-Reggina del 25 maggio 2014 sono stati Francesco Millesi, Armando Izzo, Luca Pini e le società Avellino e Torbellamonaca Breda. Essi risultano essere deferiti anche per quanto accaduto in occasione di Avellino-Modena, partita disputata il 17 maggio del 2014, insieme ai calciatori Maurizio Peccarisi, Fabio Pisacane, Mariano Arini, Luigi Castaldo, Raffaele Biancolino e, come già detto, a Walter Tacconte, presidente del club irpino.

Avellino 1912 deferito per illecito sportivo: il comunicato della FIGC

Di seguito riportiamo il testo integrale del comunicato della FIGC in merito al deferimento dell’Avellino e dei suoi tesserati per le vicende risalenti al 2014 e legate al calcioscommesse:

“Il Procuratore Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, espletata l’attività istruttoria in sede disciplinare, ha deferito al Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare 8 calciatori e il presidente Walter Taccone per illecito sportivo, e le società Avellino 1912 e Torbellamonaca Breda.

Gigi-Castaldo-attaccante-Avellino

In relazione alla gara Modena-Avellino del 17/5/2014: Francesco Millesi, Armando Izzo, Luca Pini, Maurizio Peccarisi Fabio Pisacane, Mariano Arini, Luigi Castaldo, Raffaele Biancolino e il presidente dell’Avellino Walter Taccone, nonché le società Avellino e Torbellamonaca Breda.
In relazione alla gara Avellino-Reggina del 25/5/2014: Francesco Millesi, Armando Izzo, Luca Pini, nonché le società Avellino e Torbellamonaca Breda”

Napoli-Torino, Reina: “Lasciamo da parte il Real Madrid”

Napoli-Real Madrid, Paolo Cannavaro sarà in Curva B