Calciomercato SSC Napoli: acquisti e trattative 12 giugno 2014

Incassata la piena disponibilità di Pepe Reina a tornare a Napoli, il focus del calciomercato continua ad essere incentrato sul centrocampo e, secondo le ultime indiscrezioni, sulle trattative per il reparto arretrato. Del resto, però, non è solo questione di acquisti ma anche di operazioni in uscita. È proprio dal completamento della rivoluzione Benitez che il Napoli può ripartire per disporre di cospicue somme da investire sul mercato.

Tiene banco la necessità di rimodellare il centrocampo. Behrami e Dzemaili sono in uscita, con il secondo che dispone di una discreta corte di pretendenti. Il “valoroso Valon” piace all’Inter (Mazzarri farebbe carte false per averlo) e al momento ci sarebbe anche l’accordo con i nerazzurri: il patron De Laurentiis, però, non accetterebbe nessuna offerta al ribasso né tantomeno uno scambio. La valutazione del giocatore è sui 10 milioni di euro e l’impressione è che si potrebbe chiudere a cifre comunque non inferiori agli 8 o i 9 milioni di euro. Per Dzemaili la questione è invece parzialmente diversa.

In Italia piace al Milan ed alla Lazio, all’estero al Siviglia ed al Tottenham. Proprio con gli Spurs il Napoli starebbe trattando la cessione di Sandro. Saltato Mascherano è lui, con Gonalons, la prima scelta di Benitez. Servono 14 milioni di euro e se Bigon riuscisse ad inserire proprio Dzemaili nella trattativa (ma agli inglesi piace anche Pandev) sarebbe un bel colpo di mercato. Per Gonalons, invece, la situazione è in fase di stallo: De Laurentiis è irremovibile. Spetta al Presidente del Lione il primo passo e potrebbe farlo dopo le pressioni del giocatore.

In Olanda danno per scontato l’arrivo di Janmaat. Il Napoli avrebbe trovato l’accordo con il Feyenoord (sei i milioni di euro versati nelle casse della società) e con il giocatore, che firmerà un quinquennale da 1,2 milioni di euro a stagione. Proprio in Olanda però gli azzurri continuano a muoversi a fari spenti: piace Veltman dell’Ajax. Difensore, classe 1992, piace anche a Benitez, soprattutto per la sua fisicità: servono 10 milioni di euro ma, nel caso, se ne riparlerà dopo il Mondiale.

Il tormentone sembra però essere Candreva: piace al Napoli, piace a Benitez e piace anche a De Laurentiis. Il patron azzurro sa benissimo che per avviare qualsiasi trattativa di calciomercato con i biancocelesti è imprescindibile una “chiacchierata” con Claudio Lotito che per il centrocampista della Nazionale spara alto. La trattativa non partirà per meno di 18 milioni di euro ma potrebbe entrare in gioco tutta l’abilità di Riccardo Bigon. Ai biancocelesti (ma molto dipende da Reja e dalla sua permanenza in panchina) piacciono sia Maggio che Dzemaili e il direttore sportivo azzurro potrebbe provare ad inserire uno di loro nell’operazione (fermo restando la concorrenza del PSG).

Christian Maggio piace anche al Verona. Proprio con gli scaligeri i rapporti sono ottimi, dalla scorsa sessione di calciomercato quando gli azzurri riuscirono a beffare tutti nell’operazione Jorginho. Con i gialloblù peraltro i discorsi aperti sono molti, da Donadel al riscatto di Jorginho, fino a Cirigliano ed Iturbe (ma anche in questo caso il Napoli si limite a stare alla finestra nell’attesa di capire le mosse di Real Madrid e Roma). Maggio gradirebbe la destinazione e non si escludono movimenti in questo senso.

Sul fronte delle cessioni, è prossimo alla partenza Miguel Angel Britos. Non rientra nei piani di Benitez ed ha un discreto mercato: in Italia piace a Sampdoria e Torino, all’estero al Rubin Kazan. Restano da valutare la situazione di Pandev (sicuro partente), Vargas ed Armero che, insieme a Behrami, Dzemaili e Maggio, potrebbero portare nelle casse del Napoli un cospicuo bottino. In stand by la situazione per gli altri elementi azzurri da “sistemare”: sono ben 28 i calciatori che rientrano da prestiti e comproprietà. Insomma, nella prossima sessione di calciomercato a Bigon toccheranno gli straordinari.

Leggi anche:

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Calciomercato, M’Vila tra il Napoli e l’Inter

Mondiali di Calcio, ci pensi e ti torna in mente il gol del secolo (Video)