Calciomercato Napoli, Tolisso: “Ho rifiutato perché c’è troppa pressione”

La troppa pressione può fare anche dire di no all’arrivo a Napoli. Almeno così la pensa Corentin Tolisso che ha rifiutato la squadra azzurra per questo motivo.

Il centrocampista del Lione ha parlato oggi all’Equipe e interrogato sul suo nome che in estate è sempre stato accostato al Napoli ha svelato questa verità: “Ero indeciso se andare al Napoli o no, e questo voleva dire che andare via non era la scelta buona. Mi sono detto che se andavo a Napoli forse avrei avuto più possibilità di andare in nazionale, perché i giocatori che vanno all’estero spesso diventano internazionali. So anche che quando giochi a Napoli ci sono una pressione e un contesto particolari. È una città che vive solo per il Napoli”.

Un sorta di liberazione è stata per Tolisso il restare al Lione e lo dice apertamente quando racconta cosa ha provato in quei due o tre giorni in cui il Napoli ha fatto il pressing più forte per strapparlo dalla squadra francese: “Per due o tre giorni ho pensato a questo. Mi allenavo e dormivo sempre con questo pensiero, non mi aspettavo che il Napoli arrivasse ad offrire una cifra così ala per me. Si era partiti con un’offerta da 16 milioni e si è arrivati fino a 30 più bonus. Sicuramente è lusinghiero, ma questa cifra versata per me mi avrebbe messo una certa pressione. La scelta di restare è stata una sorta di liberazione”.

Leggi anche:

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Genoa-Napoli, Biglietti Settore Ospiti: Prezzi

Partita della Pace 2016, Maradona partecipa: il Video annuncio