L’accordo contrattuale tra Milan e Reina per la prossima stagione ha riaperto la latente ricerca di un estremo difensore per il Napoli di Maurizio Sarri. È cresciuto dunque il pressing di De Laurentiis e Giuntoli su Perin, identificato come obiettivo principale e concreto per la porta azzurra; l’italiano scavalca Leno nella lista dei preferiti, specialmente dopo l’interesse mostrato dall’Arsenal nei confronti del portiere tedesco. Autore di un ottimo campionato con la maglia del Genoa, Mattia Perin attende una chiamata da Napoli per l’estate 2018. Trattativa, quella tra partenopei e grifoni, pronta a decollare.

Anche le più belle storie d’amore giungono al capolinea. Pepe Reina saluterà il Napoli dopo 4 anni in maglia azzurra. L’accordo col Milan è già stretto per la prossima stagione visto il probabile addio ai rossoneri di Gianluigi  Donnarumma. La partenza di Reina spalanca le porte a Perin, pronto al salto di qualità. Sarri è ancora indeciso sulle doti tecniche del portiere genoano, ma il mercato degli estremi difensori è povero di potenziali affari.

Perin al Napoli, ma Sarri…

Un gran portiere, su questo non si discute. Mattia Perin è per il Napoli un obiettivo primario per il ruolo di post Reina. Tra i pali è una garanzia, media voto di poco inferiore ai top del campionato italiano. L’unico handicap  che frena ancora il club partenopeo è l’abilità del portiere genoano con i piedi. Sarri vuole un estremo difensore capace di impostare il gioco e il portiere dei grifoni deve migliorare questa dote.

In estate Giuntoli aprirà la trattativa con il Genoa tentando di strappare un prezzo vantaggioso, complice l’imminente scadenza del contratto che lega il portiere con la squadra ligure. Circa 15 milioni, questo il budget che il Napoli stanzierà per l’acquisto di Perin. Ma giugno 2018 è lontano e tanti nuovi nomi saliranno a galla.