Calciomercato Napoli: Pazzini ed Osvaldo Obiettivi per Giugno?

pazzini nazionale
Giampaolo Pazzini

osvaldo attaccante“Cavani non è sul mercato”. Parola di Bigon. “Ma il mercato non lo facciamo noi”. Ancora parola del Direttore Sportivo azzurro.

Tradotto significa che il Napoli non ha alcuna intenzione di privarsi del suo uomo simbolo, ma se Cavani dovesse rispondere alle sirene inglesi, piuttosto che a quelle spagnole, gli azzurri hanno il dovere di sfruttare al massimo il tesoretto di cui si disporrà a Giugno.

Bigon, salvo altre cessioni, se dovesse partire EC7, potrebbe contare su circa 90 mln di euro. Inutile sperare che siano reinvestiti tutti sul mercato. Il fair play finanziario incombe e la linea di De Laurentiis è arcinota. In ogni caso, però, gli spazi di manovra di Bigon non sarebbero stretti. Ci sarebbe la concreta possibilità di rinforzare la squadra a dovere, in ogni reparto. Partendo dalla difesa.

È ovvio che gli azzurri non devono commettere l’errore di cercare il sostituto di Cavani. Non devono cercare l’attaccante da 30 goal a stagione. Sarebbe oltremodo deleterio e, soprattutto, infruttuoso. Bigon spenderebbe le sue energie in una vana ricerca. L’obiettivo da perseguire è quello di rinforzare tutto il gruppo, a partire da difesa e centrocampo, per poi scagliare la stoccata finale sull’attacco, dove occorrerebbe ricorrere a due elementi in luogo di uno.

Le piste calde condurrebbero a due intramontabili talenti nostrani e ad un astro nascente della nazionale brasiliana. Bigon avrebbe già bloccato Leandro Damiao, centravanti veloce dell’Internacional, che arriverebbe alle falde del Vesuvio per una cifra vicina ai 19 mln di euro. Ma, proprio nell’ottica di rinforzare il gruppo (e di accontentare Mazzarri) si è aperta la strada che conduce a due attaccanti impegnati nel campionato italiano. Pazzini è un vecchio pallino del tecnico azzurro ed è pienamente alla portata del Napoli (e delle politiche di bilancio del club azzurro). Il Milan chiede intorno ai 15 mln. Il Napoli proverà a chiudere l’affare per cifre leggermente inferiori, ma l’operazione è possibile. La seconda pista conduce ad Osvaldo, in uscita dalla Roma. La sua valutazione si aggira intorno ai 18 mln ma l’entourage azzurro potrebbe puntare sul difficile rapporto tra il centravanti ed i giallorossi per chiudere l’operazione a valutazioni più contenute.