Calciomercato Napoli, in difesa la prima rivoluzione di Benitez

E’ sul reparto arretrato che si concentra l’attenzione del Napoli e di Rafa Benitez per il prossimo calciomercato. Sono ancora tanti i nodi da sciogliere, proprio a partire da chi assumerà l’incarico di difendere la porta azzurra. Benitez non ha mai nascosto una certa predilezione per la riconferma di Reina. Il Napoli ci prova, ma non è semplice, soprattutto per il costo del cartellino e l’ingaggio dello spagnolo.

Sugli esterni ci sarà da verificare la posizione di Christian Maggio: l’esterno azzurro non è assolutamente sicuro di una riconferma e soltanto dopo l’incontro con la società si scioglieranno le riserve sul possibile rinnovo contrattuale. Allo stesso modo c’è da valutare il ruolo di Zuniga: se arrivasse un’offerta allettante o, in alternativa, se potesse diventare pedina di scambio per qualche obiettivo di mercato, il Napoli non esiterebbe a sacrificarlo. Da non dimenticare, infine, il rientro di Armero.

Con l’innesto di Koulibaly (e con un probabile altro acquisto nel reparto) vacilla Britos con Henrique, Fernandez ed Albiol certi della riconferma. Insomma il Napoli potrebbe presto scrivere i titoli di coda di molti rapporti, ormai arrivati al capolinea. Inevitabilmente, quindi, il calciomercato potrebbe ripartire dalle cessioni, alcune dolorose.

Leggi anche –> Calciomercato Napoli, Reina e Zapata: Bigon cerca la soluzione
Leggi anche –> Maggio su PiuEnne: “Spero di restare a Napoli il più a lungo possibile”
Leggi anche –> Cessioni Napoli: Britos, Dzemaili e Behrami in uscita?

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Intervista a Behrami: “Il futuro lo valuterò dopo il Mondiale”

Mascherano-Napoli, Gazzetta dello Sport: “Benitez non molla”