CalcioMercato Napoli, Il Punto della Situazione a 2 Settimane dalla Fine

donadel napoli

Mancano due settimane alla fine ufficiale del calciomercato estivo e l’organico del Napoli non è ancora definito.

Come tutti i club di serie A, gli azzurri probabilmente stringeranno i tempi per i loro obiettivi, forzando la mano per forza di cose in queste due settimane che mancano allo stop degli affari. Diverse le trattative in corso in casa Napoli, sia in entrata che in uscita.

Ecco una panoramica con il punto della situazione: una fotografia ben articolata di quelle che potrebbero essere le partenze e gli arrivi da qui a fine mese.

 

ARRIVI

Difesa: Dopo lo scivolone con la Juventus, questo è il reparto che potrebbe subire maggiori cambiamenti. Fernandez non ha convinto, Gamberini dovrà inserirsi lentamente nei meccanismi di Mazzarri, mentre Aronica sembra finito agli ultimi posti delle preferenze dell’allenatore. Ecco dunque che il possibile arrivo di un altro centrale non è da escludere. D’altronde, lo stesso De Laurentiis l’ha detto chiaramente, tuonando anche contro i suoi (oltre che contro l’arbitraggio) dopo il ko di Pechino nella finale di SuperCoppa Italiana. Qualcuno ha addirittura parlato di Mexes (fantacalcio), mentre sembra più percorribile la strada che conduce ad uno dei due cagliaritani (Ariaudo ed Astori).

Centrocampo: E’ dal primo giorno di mercato che il Napoli cerca un laterale a sinistra. Che possa affiancare o rimpiazzare Dossena (se quest’ultimo dovesse andare al Milan). Sfumati via via gli obiettivi primari di Bigon (da Balzaretti a Cissokho), nelle ultime ore si parla dello svincolato di lusso Drenthe, olandese ex Real Madrid. Sarebbe senza dubbio un bel colpo, anche per non ripartire un altro anno con Zuniga titolare, per altro fuori ruolo.

Attacco: L’ottima prestazione dell’attacco nell’esordio stagionale contro la Juventus a Pechino potrebbe spingere la società a tornare sui suoi passi. Rinunciando cioè completamente all’idea di puntellare il reparto avanzato. Cavani è una garanzia, Pandev sta vivendo una nuova giovinezza, mentre Insigne è un gioiello tutto da scoprire. E c’è sempre l’oggetto misterioso di nome Edu Vargas… Se dovesse andar via (in prestito o a titolo definitivo), Bigon potrebbe puntare ad un attaccante di riserva, uno alla Lucarelli per intenderci, per allungare la panchina. Già scartata, in questa direzione, l’ipotesi Bianchi del Torino, potrebbe prendere forma l’idea Borriello.

PARTENZE

Difesa: C’è Rinaudo da sistemare. Come a gennaio, quando, negli ultimi giorni del mercato di riparazione, il Napoli riuscì a “rifilarlo” in prestito al Novara (insieme a Mascara). Rientrato alla base, ha qualche proposta ma le offerte sono andate via via scemando nelle ultime due settimane. Potrebbe partire in extremis anche Dossena, destinazione last minute Milan, nel caso in cui il Napoli riuscisse a chiudere per un esterno mancino che possa giocare sia alto che basso. Mazzarri docet.

Centrocampo: Il promettente Davide Bariti, con ogni probabilità, passerà in prestito a qualche club di Lega Pro o di serie B per farsi le proverbiali “ossa”. Forse meglio la Lega Pro per garantirgli uno spazio ancora maggiore. Da valutare, ancora una volta, il futuro di Donadel, reduce dal grave infortunio che gli ha fatto saltare l’intero campionato scorso. E poi resta in piedi il discorso Gargano. Cosa farà il mitico Gargamella? Resta ma con un ruolo da comprimario o prova una nuova avventura all’estero? I prossimi giorni, anche per lui, saranno decisivi.

Attacco: Tutto gira intorno a Eduardo Vargas. Lui, sempre lui: oggetto del mistero, ormai dallo scorso gennaio, si sta giocando – in malo modo – tutte le chances che mister Mazzarri gli sta via via concedendo. Sia nelle amichevoli che nelle gare ufficiali. Giocatore tutto da scoprire, sta mettendo addirittura in difficoltà la dirigenza azzurra, interdetta tra la possibilità di confermarlo, di cederlo in prestito o a titolo definitivo. C’è da pensarci bene, visto che appena sette mesi fa gli azzurri hanno sborsato circa 12 milioni di euro per ingaggiarlo.

Scritto da Gianluca Capiraso

Nato ad Avellino nel 1982, iscritto all'Albo Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti nel 2000 (a soli 18 anni), da 5 anni vive a Milano dopo aver "girovagato" tra Roma e Firenze. Il suo primo articolo, pubblicato su un quotidiano locale, risale a inizio 1998, neanche 16enne. Segue da vicino le vicende sportive di diversi club italiani, dalla serie A alla Lega Pro. Segui @Capiraso

CalcioMercato, Ultim’Ora: Napoli su Drenthe

centrocampista bariti napoli

Giovani, Bariti e Nicolao Verso Avellino (in Prestito)