Calciomercato Napoli, i probabili acquisti di gennaio

Sembra essere ancora lontano il mercato di gennaio, ma già si discute dei probabili acquisti del Napoli che già si muove per rinforzare la propria rosa nel mercato invernale. L’incontro di ieri a Castelvolturno tra De Laurentiis, Benitez e Bigon è servito anche a fare il punto della situazione su quali investimenti mettere in campo per rendere il Napoli più competitivo in un’annata che si sta raddrizzando dopo essere partite non proprio con il piede giusto. Ma allora quali sono i nomi su cui il trio ha ragionato? Bisogna subito dire che non c’è l’ufficialità che si stiano seguendo queste pedine, ma tenendo conto di quello che serve alla compagine partenopea è molto facile intuire che ci si può muovere su queste direttrici.

Innanzitutto serve un innesto a centrocampo. In estete si è molto parlato di Fellaini e Sandro e chissà che uno di questi due non possa davvero arrivare. Sa l’uno sia l’altro si sono detti sempre disposti a trasferirsi in azzurro, ma l’ostacolo più grande è stato rappresentato dalle loro società di appartenenza che non hanno voluto accettare l’offerta di un prestito con diritto di riscatto. A gennaio tutto questo potrebbe accadere anche perché si tratterebbe di un prestito di soli sei mesi e il giocatore stimolato a dovere potrebbe poi rappresentare un surplus economico per la società che detiene il cartellino. Ma attenzione al possibile acquisto di Milner del City.

Altri possibili innesti possono essere fatti in difesa. Il nome caldo delle ultime ore è Johnson del Liverpool: da abbattere in questo caso l’ingaggio esorbitante, però la società ci potrebbe stare a cederlo in quanto a gennaio va via a costo zero. In attacco per ora non si palesano acquisti anche perché si è in attesa che Michu dimostri il suo valore e soprattutto perché Duvan Zapata ha fatto capire di poter essere un valido sostituto di Higuain.

Leggi anche:

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Inter-Napoli, arbitro Orsato per la partita: i precedenti

Calciomercato Napoli, Ultime Notizie dal fronte giovanili: i nomi in lista