CalcioMercato Napoli, De Laurentiis: Mazzarri? Non Faccio Pressioni

Che ne sarà di Walter Mazzarri e del suo rapporto col Napoli? Aurelio De Laurentiis ne ha discusso a ‘Stadio Sprint’, trasmissione in onda su Rai Due, precisando: “Non faccio pressioni sui miei registi”. Il patron partenopeo non si sbilancia sul futuro del mister degli azzurri e su chi eventualmente sarà alla guida del Napoli qualora il tecnico livornese dovesse confermare, come anticipato pochi mesi fa, il suo addio alla guida della panchina per un anno sabatico, di completo riposo.

Incalzato da una domanda dei conduttori DeLa precisa: “Io lascio sempre liberi i miei registi, si fanno esclusive che poi si rinnovano. Ma non faccio mai pressioni. Perché non si disturba chi sta lavorando bene, concentrato. Che magari mi direbbe ‘sì’ solo per non deludermi. Io voglio gente coinvolta nel progetto. Mazzarri è un grande professionista. Quando sarà il momento sarà semplicissimo trovare l’accordo o salutarsi, magari con la promessa di ritrovarsi tra qualche anno”.

E sulle richieste dei tifosi di “cacciare i soldi”? “Ho speso quasi 250 milioni in quattro anni, rispetto i tifosi, non mi devo arrabbiare. ‘Caccia i soldi’ è il loro grido di guerra, hanno bisogno di stimoli continui. Ma lo spogliatoio è una cosa sacra”. Diplomatico il presidentissimo su Mazzarri e nei confronti della tifoseria. Non tanto, invece, durante la stessa trasmissione, rispetto alla Lega Calcio: “In Lega c’è molta immaturità e molto vecchio”.

Secondo De Laurentiis “ci vogliono due figure, una che guardi all’estero dove siamo stati derubati, almeno per i prossimi tre anni, ed una che si occupi del mercato nazionale”, in riferimento alla gestione dei diritti tv. “E’ stata approvata la legge sugli stadi? C’è un rapporto alla pari con la Federazione? La Lega sta prendendo schiaffi da tutti. In Lega per ora non funziona nulla”.