Calciomercato Napoli, Acquisti e Cessioni 2016-2017

Ora è possibile fare una disamina a tutto campo sugli acquisti e le cessioni ufficiali del Napoli nel calciomercato 2016-2017.

La squadra partenopea ha perso il bomber Higuain pagato dalla Juventus 94 milioni di euro, ma allo stesso ha acquistato tanti giovani di sicuro avvenire andando a rinforzare la rosa in reparti che fino allo scorso anno, vedi il centrocampo, mancavano di uomini e mezzi. Certo manca il grande colpo che ci sarebbe aspettati da De Laurentiis soprattutto per coprire il grande vuoto lasciato da Higuain, si è sperato fino all’ultimo di poter ingaggiare Cavani ma è stata più una suggestione che una vera trattativa. In uscita invece sono venti i giocatori piazzati.

IN ENTRATA
Tonelli (a titolo definitivo, Empoli)
Giaccherini (a titolo definitivo, Sunderland)
Milik (a titolo definitivo, Ajax)
Zielinski (a titolo definitivo, Udinese)
Diawara (a titolo definitivo, Bologna)
Rog (a titolo definitivo, Dinamo Zagabria)
Maksimovic (prestito con obbligo di riscatto, Torino)
Leandrinho (a titolo definitivo da gennaio, Ponte Preta)

IN USCITA
Regini (fine prestito, Sampdoria)
Zuniga (prestito fino alla scadenza del contratto)
Prezioso (prestito, Virtus Francavilla)
Andujar (a titolo definitivo, Independiente o Estudiantes)
Bifulco (prestito, Carpi)
Higuain (pagamento clausola, Juventus)
Romano (prestito, Prato)
Tutino (prestito, Carrarese)
Supino (prestito, Piacenza)
Anastasio (prestito, Piacenza)
Uvini (a titolo definitivo, Al-Nassr Athletic)
Lopez (a titolo definitivo, Espanyol)
Contini (prestito, Carrarese)
Dezi (in prestito, Perugia)
Novothny (a titolo definitivo, Saint-Truiden)
De Guzman (in prestito, Chievo)
Luperto (in prestito, Pro Vercelli)
Grassi (in prestito, Atalanta)
Dumitru (prestito, Nottingham Forest)
Radosevic (rescissione consensuale)
Valdifiori (a titolo definitivo, Torino)

Leggi anche:

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Maksimovic al Napoli: Ufficiale

Maksimovic-Napoli, Sky Sport: “Cifre e dettagli dell’operazione”