Calciomercato Napoli 2014-2015, i prestiti e le comproprietà da sistemare

Obiettivo di Benitez e dello staff dirigenziale del Napoli in questo periodo di calciomercato, è quello di completare quanto prima la rosa in vista della partenza per il ritiro a Dimaro. Fondamentale per il tecnico spagnolo avere tutti, o almeno quasi tutti gli elementi a disposizione per poter lavorare al meglio, in vista del primo impegno importante della stagione, i preliminari di Champions League.

Altro compito non semplice che spetta a Riccardo Bigon, è trovare una soluzione per tutti quei calciatori, che sono stati ceduti in prestito ed in comproprietà nella stagione in corso, che non rientrano più nel progetto Napoli. Il 1 luglio infatti tutti questi calciatori o almeno gran parte di essi, torneranno alla base.

Sono 28 i calciatori in tutto, di cui 26 ceduti in prestito più 2 in comproprietà. Un vero tesoretto che potrebbe accumulare la società, se solo riuscisse a vendere a titolo definitivo almeno una parte dei calciatori in questione. Denaro fresco che potrebbe essere investito per integrare ulteriormente la rosa attuale.

Iniziamo dal pezzo pregiato Edu Vargas in prestito al Valencia, ancora difficile decifrare il futuro del cileno. Probabilmente per il riscatto il Napoli potrebbe avanzare richieste su contropartite tecniche, è infatti noto da tempo l’interesse del club azzurro per il talento del Valencia, Bernat. Altro giocatore che disputerà il mondiale è il colombiano Armero,  girato in prestito al West Ham nel mercato di gennaio, che però non sembra aver convinto del tutto il club inglese, anche per lui si profila il ritorno nel club partenopeo.

Vi ricordate di Ignacio Fideleff? Il difensore argentino che con poca fortuna giocò qualche partita nel club azzurro? Quest’anno ha giocato nel Tigre, scaduto il prestito anche per lui sarà ritorno a Napoli. Il brasiliano Uvini invece non tornerà in estate, perché è attualmente in prestito al Santos, ed in Brasile il campionato termina a dicembre, dunque se ne parlerà in seguito.

Altri tre calciatori che faranno ritorno nel club azzurro sono: Rosati, Donadel, e Gamberini, che di sicuro non faranno parte del futuro del Napoli, e per i queli si cercherà di trovare un’altra sistemazione. Per quanto riguarda invece gli altri calciatori ceduti con la formula del prestito ma con diritto di riscatto, qualche speranza di vederli giocare altrove c’è, e si tratta di Calaiò al Genoa, Dumitru alla Reggina e del portiere Sepe in forza al Lanciano, di cui si parla un gran bene e teoricamente potrebbe essere riscattato dal club abruzzese.

Poi c’è il caso Gargano ma con il Parma c’è una sorta di gentlemen agreement. Per la situazione delle comproprietà, Atalanta ed Avellino detengono rispettivamente la metà dei cartellini di Cigarini e del promettente difensore Izzo, eventualmente si potrebbe aprire un discorso per la cessione a titolo definitivo sul primo, mentre per il secondo è probabile che rimanga un altro anno in Irpinia.

L’esempio lampante che un calciatore giovane deve andare a giocare dove ha la possibilità di mettersi in mostra è quello di El Kaddouri. Da oggetto misterioso per le poche apparizioni nell’era Mazzarri, quest’anno si è riscattato alla grande nel club granata, ed è stato a dir poco eccellente il campionato disputato. Il Torino potrebbe farsi ingolosire dalle qualità del fantasista, ed esercitare il diritto di riscatto della metà che ha sul calciatore.

Con la stessa formula ci sono: Vitale (Juve Stabia), Dezi (Crotone), Ciano (Avellino) e Maiello (Ternana). Impossibile vederli al Napoli almeno per l’anno prossimo. In giro per l’Italia poi, c’è un’altra piccola squadra di giovani di proprietà del Napoli, che aspirano a diventare famosi:  Novotny, Fornito, Roberto Insigne, Nicolao, Celiento, Donnarumma, De Vena e Allegra. Per qualcuno la stagione non è stata positiva, ad anche per loro si prospetta il rientro al Napoli. Un duro lavoro attende Riccardo Bigon e il suo staff, insieme valuteranno chi di questi ragazzi merita la cessione o la conferma del prestito per un altro anno ancora.

Leggi anche -> Calciomercato Napoli, De Laurentis: “Miglioreremo la squadra”

Leggi anche -> Calciomercato Napoli, Napoli e Roma su Iturbe: il Verona monetizza

Finale Champions League, l’agente di Sosa: “Colpa di Mazzarri se è andato via”

Real Madrid-Atletico 4-1 (Finale Champions League) Risultato Finale