Calciatore Picchia l’Arbitro nel Campionato di Seconda categoria

Nel corso degli anni il calcio è riuscito a sorprenderci diverse volte, e forse, come dice un grande esperto di calcio come Pierpaolo Marino, l’intento di questo meraviglioso sport è proprio quello di stupire.

Pierpaolo MarinoPeccato che a volte questo senso di stupore assuma peculiarità decisamente negative, l’episodio che vi racconteremo ne è la fulgida testimonianza: campionato di seconda categoria, girone C, a Villa collemandina, in provincia di Lucca, i padroni di casa della River Pieve stanno giocando contro il Pescaglia quando all’improvviso un calciatore della squadra ospitante, Francesco Vecchi, si scaglia contro il direttore di gara dopo il fischio di un calcio di punizione.

Vecchi colpisce l’arbitro violentemente sul viso facendogli cadere il fischietto, che poi calpesta e distrugge. A questo punto il calciatore viene espulso, ma i suoi animi non si placano e cominciano le gravissime minacce verso il direttore di gara che sarà costretto ad abbandonare temporaneamente il terreno di gioco.

A causa di questo gravissimo episodio, il giudice sportivo ha deciso di allontanare Francesco Vecchi dai campi di calcio per 24 mesi, con la speranza di non rivedere mai più avvenimenti del genere: chi è sul terreno di gioco deve prima di tutto dare un esempio di professionalità e correttezza, qualità che a Vecchi nella scorsa Domenica sono decisamente mancate.