Biglietti Napoli-Real Madrid, la Procura apre un’inchiesta

E’ stata aperta un’inchiesta da parte della Procura di Napoli in merito ai biglietti Napoli-Real Madrid. Un atto dovuto che fa seguito alle diverse incongruenze verificatesi nella vendita dei tagliandi della gara in programma il prossimo 7 marzo e valida come ritorno degli Ottavi di Champions League.

A detenere l’inchiesta, per ora priva di indagati e di uno specifico reato, sono i pubblici ministeri Danilo De Simone e Stefano Capuano con il coordinamento del procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli. In pratica i magistrati vogliono andare a scoprire se ci sono reati particolari relativamente alla vendita dei biglietti che sono andati a ruba, ma che come sottolineato anche da varie inchieste giornalistiche poi sono stati messi in vendita attraverso il secondary ticketing, pratica che non ha nulla da invidiare al bagarinaggio, al triplo se non di più sul web.

Saranno quindi i magistrati della Procura napoletana a dover definire cosa effettivamente successo. Anche perché proprio sulla vendita dei biglietti per Napoli-Real Madrid, in particolare quelli dei Settori Nisida e Posillipo, anche il Codacons ha messo nero su bianco un esposto. Insomma la materia del contendere è abbastanza vasta, ma ora è il tempo di andare a capire chi sono i responsabili di questo mercato clandestino che vuole lucrare sulla passione di tifosi che vorrebbero solo essere al San Paolo per spingere gli azzurri in una storica serata a battere i super campioni spagnoli.

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Calciomercato Napoli, tra gli acquisti di gennaio il sostituto di Callejon

Calciomercato Napoli, a gennaio anche Perin?