Besiktas-Napoli 1-1, Sarri: “Concretizziamo poco”

Ha parlato al termine di Besiktas-Napoli il tecnico azzurro Maurizio Sarri e si è soffermato su un dato eloquente: il Napoli concretizza poco.

Anche questa sera alla Vodafone Arena per la mole di gioco creata la squadra azzurra doveva vincere, ma alla fine di deve accontentare di un punto in rimonta. Questo il Sarri pensiero: “Noi bisogna concentrarsi molto sulle prestazioni. Dopo un periodo difficile dove avevamo perso le distanze tra i reparti veniamo da due gare positive su questo senso. Sono felicissimo della prestazione, anche se c’è un po’ di amaro per il risultato. Purtroppo in questo momento concretizziamo poco quello che creiamo in attacco”.

Quindi la domanda che non poteva mancare sulla disperazione finale che non è passata inosservata: “Mi sono disperato sul tiro finale di Insigne, dalla panchina mi sembrava che la palla stesse entrando. Sono dettagli che servono ai giornalisti per fare le pagelle, ma come allenatore questa è una prestazione che mi da soddisfazione. Dovevamo ritrovare distanze ed equilibrio, se ritroviamo certezza difensiva la fase d’attacco sarà una conseguenza”.

A questo punto al domanda d’obbligo a Sarri su quanto manchi Milik a questa squadra: “Milik ha i tempi di recupero di tutti quelli che hanno quel tipo di infortunio. Non c’erano problematiche ulteriori al ginocchio, ha determinazione feroce ed i tempi di recupero saranno più corti di quelli previsti ma non saranno sicuramente due mesi. Non mi metto a piangere su questi infortuni, darei tremila alibi ai miei ragazzi. Infortuni fanno parte del gioco, ci dispiace che sia accaduto in nazionale. Diamo fiducia a quelli che abbiamo, di Milik che è un ragazzo straordinario e può diventare un grandissimo parleremo quando tornerà”. Testa già alla Lazio sabato sera.

Leggi anche: