Banana e Dani Alves, Siamo Tutti Scimmie era solo pubblicità

Dani Alves che mangia la banana? Potrebbe essere soltanto una trovata pubblicitaria. A rivelarlo il quotidiano spagnolo As secondo cui, il gesto del difensore del Barcellona durante la sfida al Villareal sarebbe soltanto un’azione di marketing studiata a tavolino. Secondo gli spagnoli, infatti, la trovata pubblicitaria sarebbe stata ideata da Neymar e Dani Alves e sarebbe nata per la volontà dei due compagni di squadra di lottare contro il dilagante fenomeno razzista negli stadi spagnoli.

La scena era quindi preparata e studiata a tavolino: il piano sarebbe partito dopo il derby tra Barcellona ed Espanyol. In quell’occasione, infatti, il centravanti blaugrana sarebbe stato oggetto di cori razzisti. Da lì quindi il piano commerciale per una risposta in grande stile che, però, è toccata a Dani Alves. Per la stessa ragione è nato l’hashtag #somostodosmacacos (o, in italiano, #siamotuttiscimmie).

Evidentemente, considerando il successo ottenuto, il piano di marketing ha funzionato alla perfezione, tanto da ottenere addirittura l’appoggio del presidente brasiliano Dilma Rousseff. In realtà, però, impazza la polemica. Poche ore dopo l’accaduto Luciano Huck, grande amico di Neymar e famosissimo presentatore tv brasiliano, ha messo in vendita, con il suo marchio di abbigliamento e ad un prezzo prossimo ai 25 euro, magliette con la scritta #somostodosmacacos accompagnata da una banana.

Leggi anche –> Barcellona, Dani Alves mangia la banana lanciata in campo (Video)
Leggi anche –> Banana a Dani Alves? I big solidarizzano: “Siamo tutti scimmie”