Le prossime due partite del Napoli ci diranno se la squadra è uscita definitivamente dalla crisi. Mercoledi nel turno infrasettimanale gli azzurri sfideranno l’Atalanta, squadra tradizionalmente ostica per il Napoli. L’undici di Colantuono però non è la stessa squadra solida ammirata l’anno scorso. I nerazzurri sono in crisi di idee e di gioco, ed hanno vinto solo una gara delle ultime cinque sfide di campionato segnando appena 3 reti in otto partite.

Tanti problemi per il tecnico degli orobici, che oltre agli infortunati Estigarribia e Gomez deve far fronte anche al digiuno di gol che sta attraversando il calciatore simbolo dell’Atalanta, l’attaccante ex Napoli German Denis. Anche la difesa non è messa bene, ed è sembrata troppo lenta e statica soprattutto nelle ultime partite, dove ha subito gol evitabilissimi.

Il Napoli troverà comunque un ambiente caldo ed una squadra con il dente avvelenato desiderosa di riscatto immediato. L’anno scorso gli azzurri subirono una severa lezione allo stadio Fratelli D’Italia di Bergamo perdendo per 3 a 0. Sotto accusa, tanto per non cambiare, fu il turnover di Rafa Benitez. Speriamo che quella partita il tecnico spagnolo la ricordi bene per non ripetere gli stessi errori. Vincere contro l’Atalanta sarebbe fondamentale per presentarsi al meglio alla super sfida del San Paolo contro la Roma.

Leggi anche: