Atalanta-Avellino, trasferta vietata ai tifosi irpini

Quanto accaduto ai tifosi dell’Avellino è ai limiti del paradossale. Il 3 dicembre prossimo andrà in scena, per il quarto turno di Coppa Italia, la sfida tra Atalanta ed Avellino. Una gara importante per i tifosi biancoverdi dopo la sfida della scorsa stagione allo Juventus Stadium contro i bianconeri. Quanto però disposto dalla Prefettura di Bergamo è davvero ai limiti dell’inimmaginabile.

La tifoseria biancoverde, infatti, aveva iniziato a fare incetta di biglietti per raggiungere in massa, come ormai spesso accade, lo Stadio Atleti Azzurri d’Italia. In molti avevano acquistato già i tagliandi per la gara mentre altri avevano programmato addirittura lunghi viaggi in treno ed in aereo per raggiungere Bergamo e sostenere i propri colori. Poi la doccia gelata che ha spinto addirittura Cristiano Militello a sollevare la questione attraverso il suo profilo ufficiale.

In pratica la Prefettura vieta la trasferta ai tifosi dell’Avellino prevedendo che possano assistere alla gara soltanto i tifosi in possesso della tessera del tifoso dei nerazzurri, la Dea Card. Ovviamente la reazione dei tifosi e della società irpina non si è fatta attendere ma domina, è il caso di sottolinearlo, una profonda delusione per una decisione che lascia davvero l’amaro in bocca.

Se il calcio italiano scivola indietro nelle classifiche mondiali per media spettatori ci saranno certo molti motivi e la decisione assunta per Atalanta-Avellino è certamente tra questi: vietare ad un’importante tifoseria come quella biancoverde la trasferta è assolutamente contro ogni logica e, val la pena ribadirlo, contro la stessa essenza del calcio.

Per chiarezza, ecco il comunicato della Prefettura: 

“Per l’incontro di calcio Atalanta-Avellino, valido per la Coppa Italia Tim Cup 2014/2015, ed in programma a Bergamo per il pomeriggio del 3 dicembre prossimo, il Prefetto di Bergamo, Francesca Ferrandino, ha adottato un provvedimento recante le seguenti prescrizioni: 
1. divieto per la società Atalanta Bergamasca Calcio di procedere alla vendita dei tagliandi per tutti i settori dello stadio fatta eccezione per i possessori di tessera del tifoso rilasciata dalla predetta società in data antecedente al 27 novembre 2014; 
2. obbligo per la società Atalanta Bergamasca Calcio di sospendere la validità di biglietti, carnet di biglietti ed abbonamenti già rilasciati per l’accesso al settore “Curva Nord” dello stadio a tifosi non fidelizzati della citata società. 
Il provvedimento è stato adottato sulla scorta degli elementi forniti dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive ed in base all’orientamento espresso dal Questore di Bergamo ed al parere favorevole reso dai rappresentanti delle Forze di Polizia nel corso della riunione tecnica di coordinamento che si è svolta nella mattinata.”

Leggi anche: