Arbitri-Juventus, Caputi: ” C’è sempre stata sudditanza”

La Juventus batte il Sassuolo, una vittoria quasi annunciata e che viene commentata da Massimo Caputi durante Canale 21. C’è sudditanza psicologica, da parte degli arbitri in particolare, nei confronti della Vecchia Signora e anche nell’anticipo della 29a giornata è emerso questo fattore: “C’è, c’è stata e ci sarà sempre, come nella vita – dice a tal proposito Caputi -. Ho l’impressione che i falli di Bonucci sull’attaccante del Sassuolo e quelli di Antei sugli avversari non siano stati giudicati allo stesso modo”.

Caputi non mette in dubbio le qualità della Juventus, tuttavia sottolinea come di fronte alla squadra bianconera spesso arbitri e avversari partano già da una posizione di inferiorità e dipendenza. Stesso pensiero espresso nei giorni precedenti il match da Raffaele Auriemma. Ieri sera Juve-Sassuolo si è conclusa con un’altra vittoria della Vecchia Signora, ma la squadra di Di Francesco, nonostante il risultato e l’assenza di Berardi, ha fatto la sua figura: “La Juve è una squadra con grande cattiveria e che lotta su ogni pallone esprimendo tutta la sua forza, solidità e potenza. Il Sassuolo non ha sfigurato, provandoci in più occasioni”.

Leggi anche: